martedì 20 gennaio 2009

Praphea



Praphea è una ninfa. Un tempo si nascondeva tra le onde del lago Headams, vicino alla città stato di Bablutf. Il lago era un luogo particolare nel quale sott'acqua si mescolavano estate ed inverno, nessuno sapeva come, ma la visione dell'acqua cristallina mescolata ai fiocchi di neve, era una delle attrazioni turistiche principali del luogo. Nessuno sapeva che era tutto merito della ninfa Praphea. Si sapeva della sua esitenza, qualcuno l'aveva anche vista, ma non aveva capito che fosse una ninfa. Infatti tutti davano per scontato che una ninfa fosse una bella ragazza, sempre giovane, dal corpo flessuoso, invece Praphea era decisamente brutta. Sua madre, la fata Strogra, l'aveva data via appena nata trovandola troppo brutta per tenersela a casa, l'aveva affidata al mago Spize, un brav'uomo, ma sempre ubriaco (aveva un debole per gazzosa e cowle, un liquore piuttosto potente prodotto nella regione). Essendo però un bravo mago e di cuore gentile, aveva tirato su Praphea con affetto, insegnandole molti trucchi magici alla portata di una ninfa, quindi non troppo magici, ma molto belli da vedere. Così lei, quando fu il tempo, lasciò la casa del mago Spize e si cercò un suo luogo. Per un po' costruì arcobaleni intermittenti, ma erano troppo effimeri per i suoi gusti e la gente si spaventava vedendone di così inusuali. Camminando per il mondo trovò il lago, provò i suoi trucchi e visto che piacevano decise di fermarsi lì.
Le cose le andavano bene, nessuno la disturbava e lei poteva vivere in pace in compagnia dei pesci e dei libri dei pyrie (N.d.R. sorta di elfi autoctoni della regione di Toembel noti per il loro talento narrativo). Per procurarsi questi testi, però, Praphea divenne imprudente. Andava in città travestita, ma la gente di Bablutf cominciò a notarla, ad averne paura e a dire di lei che era una strega cattiva. Le cose precipitarono e si organizzarono delle spedizioni per cercarla e cacciarla via. Così la ninfa del lago fu costretta ad andarsene.
Ora il lago Headams è solo un lago qualunque. Non ha più nulla di speciale, nessuno ha capito come mai l'effetto meraviglioso sia scomparso. Eminenti scienziati dibattono ma nessuno ne viene a capo. L'attività turistica ha avuto un crollo e l'amministrazione cittadina un calo di consensi del 64%. Nonostante si accusi l'amministrazione precedente i cittadini hanno richiesto nuove elezioni e la situazione è assai turbolenta.
Praphea invece ha finalmente trovato la sua dimensione, fa la vetrinista a New York, ha un successo enorme (NdR ha cambiato nome), qui i suoi trucchi un po' magici vengono universalmente riconosciuti come veri colpi di genio. Si è sposata con Unbbl (detto Peppe) creatore di moda emergente e uomo capace di vedere la meraviglia dove veramente è.

6 commenti:

gillipixel ha detto...

bellissimo Farly :-) una fiaba moderna e teneramente stralunata, come il nostro blogghetto esige...molto brava, l'ho letto con sommo piacere ed un sorriso interiore di fondo :-)... e mi sono anche un po' invaghito di Praphea :-)

farlocca farlocchissima ha detto...

sapevo che era la donna per te ;-)

gillipixel ha detto...

quando ha scelto un Unbbl, non ho più avuto dubbi :-)...anzi, sono già geloso di Peppe :-) eheheehee

rosalux ha detto...

ahahahhahaha e come si chiama ora che vive a NY? (qua mi dice Latooet, possibile? Mirna Latooet? Hanna Latooet?)

gillipixel ha detto...

l'anagrafe blogspot a me dice buggl...coniugata Unbbl, s'intende:
Praphea Buggl coniugata Peppe Unbbl? ahahahahaha :-)

farlocca farlocchissima ha detto...

ma insomma e la privacy? povera praphea... magari si fa chiamare annie smith, così nessuno la becca :-)