sabato 7 febbraio 2009

Scrittori in crisi curansi

Da Gradab, ci scrive il nostro inviato scientifico Slity Uncel:

*******

Nella clinica Kuphysi di Gradab è stato messo a punto un metodo di cura per una disfunzione artistica particolare: la sindrome da pagina bianca, spettro-spauracchio di tutti gli scrittori.

Grazie a lunghe passeggiate sotto gli imponenti viali di secolari weistree e sedute rilassanti di trattamento fisico a base di masciagi alla schiena, lo smarrito narratore ritrova qui la sua ingsfer creativa.
Molto rinomati sono anche i confortevoli plaid di pluannel, forniti agli ospiti della clinica, che assopendosi sotto un tepore ristoratore, nelle fresche notti di Gradab, hanno modo di ritrovare al risveglio bagliori di vena compositiva.

Ma la parte più efficace del metodo Kuphysi sta nel trattamento con la terapia Impings.

Le Ridectel, avvenenti signorine e sofisticate intellettuali (minimo tre lauree ciascuna, con master nelle migliori facoltà degli Stati Uniti del Chanou, rigorosamente taglia over 48 e ascelle non depilate), specializzate in lettere ed umorismo, intrattengono il povero scrittore bisognoso di idee, facendo l'amore con lui per ore e sussurrandogli all'orecchio "parole in cerca", tipo: "...geaver, ballogra, actedepa, purda, bedlic, thropi, carrewi, tessi, proodic, vowsc, upbah, ovitinal, misrash, tonarlsi...".

Non è nota la motivazione scientifica del fenomeno (e nemmeno si è certi che ve ne sia una, anche se secondo l'esimio professor Saicen Impant Carbosul, dell'università di Platesc, l'energia terapeutica decisiva sarebbe fornita dal portentoso mix fra altissimo quoziente intellettivo, capacità passionali smodate ed irsutismo ascellare), ma sta di fatto che dopo alcune sedute di questa terapia, lo scrittore svenato ritrova la sua regolare naturalità ed è di nuovo pronto ad evacuare fantasia ai quattro venti.

La clinica Kuphysi è rinomata per aver curato penne del calibro di Slygra Acheryn, che dopo il trattamento con le Ridectel ha dato alle stampe la sua mastodontica opera in dieci tomi: "Dall'acciarino al cerino: l'eventualità di non strinarsi le dita come conquista umana capitale".

Si è inoltre curato alla Kuphysi, anche il maestro Wrium Edowe Eonexor Dolyce Herop Destrin Gegalas Corbuloc Rophingl Tobtuf, detto "Bencritu Catra", che una volta dimesso dalla clinica è stato colto da un raptus narrativo talmente portentoso da indurlo a correre all'anagrafe per farsi aggiungere un po' di nomi in più, seguitando poi a scrivere sul catrame delle strade, non bastandogli più gli 8000 kili di risme di carta acquistati.
E pensate che prima del ricovero in clinica...si chiamava Gino Rossi!!!



By gillipixel

3 commenti:

farlocca farlocchissima ha detto...

uhmmm solo per scrittori... uhmm solo per uomini dunque...

gillipixel ha detto...

noooooooooooooo... :-) anche per scrittrici, Farly...
In quel caso però il trattamento Impings viene curato da altri addetti terapeutici, i Gillipictel :-)
ahahahaha :-)

gillipixel ha detto...

ah...preciso: i Gillipictel sono diversi dai Gillipixel...sono di un'altra famiglia :-)))))