martedì 2 giugno 2009

Kinstins

Kinstins, ovvero l'istinto del bacio.
Trattasi di una prerogativa sociale della popolazione degli Zinks, che da tempi immemorabili prosperano nelle feconde terre del Wora meridionale.
I giovani Zinks e le leggiadre Zinks, sciamano fremebondi nelle notti di vuotilunio per i vicoli semibui della capitale Arcubis, producendosi nella Boatimbr, la ronda amorosa del Wora.
Quando uno Zinks incontra la sua Zinks, lo sa perchè sussurrandole: "...bleasame...", "...unspet..." si sente rispondere da lei, mentre si scosta dal viso il perplame, velo rituale della danza d'amore di quel popolo: "...ecdyze...".
A quel punto i vicoli risuonano di sillabe pronunciate a fior di labbra incollate: "...slycarli ...pattes... pouscal... demicer...".
Ma si sa, tutto il mondo è gran pavese, e i cocci son suoi e dei paesi tuoi...infatti non sempre le cose filano liscie.
Talvolta succede che nel bel mezzo della sinfonia amatoria, qualche nota stonata si sollevi dall'antro di un porticato di Viale dei Giardini o da un angolo dimenticato di Vicolo Stretto: "...sciaff!!! ...CRIZARON!!!...".
Quello è il segnale che uno Zinks impaziente ha messo prematuramente la mano dove l'avrebbe potuta mettere ugualmente ma coi tempi dovuti.
Avverte infatti un antico adagio delle foreste del Wora, del quale troppo spesso gli Zinks giovani e più inesperti si dimenticano: "Non importa che tu sia gazzella o leone, quel che conta è sapere quando e dove mettere le zampe!"

By gillipixel



5 commenti:

farlocca farlocchissima ha detto...

ma siamo sicuri che non sian romagnoli? :-)

gillipixel ha detto...

ahahahahha :-) eh, ti dirò, Farly...il dubbio era venuto anche a me...sarà mica stato un sobborgo di Bagnacavallo? :-D

NikkoHell ha detto...

stavo inseguendo un paio di sillabe che mi erano sfuggite e sono andato a sbattere sul kinstins. che poi all'inizio avevo letto intinstins che con le bordate di antibiotici oramai parlo solo di flora e fermenti lattici. e io gli Zinks li ho studiati per un po'. Solo che chiamavo zinksi i maschi e zinkse le femmine. probabilmente per un retaggio molto italiano che mi porto appresso nel taschino.
e allora a me sta storia piace. e non lo so. tornerò credo.
le sillabe poi le ho lasciate qui da qualche parte. han trovato casa credo.

confuso ha detto...

a me è piaciuto impegnare un po' del mio inutile tempo qua, mi sa che ci tornerò...
ma non so né quando né se

Pupottina ha detto...

^________^